« Torna agli articoli

La LILT alimenta la coesione sociale nel Nord Milano

La LILT alimenta la coesione sociale nel Nord Milano.

Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Milano

(LILT), in collaborazione con Altrove Onlus e Altropallone Onlus, lancia il progetto “La salute senza barriere: alimentare la coesione sociale”.

Il progetto sensibilizza le comunità migranti e tutta la cittadinanza del territorio Nord Milano su sana alimentazione offrendo consulenze alimentari, visite di diagnosi precoce, seminari su stili di vita e consumo critico.

Il progetto avvicina e coinvolge i cittadini di origine straniera e italiana a partire dal tema del cibo, svelandone l’importanza che ha nei confronti della salute e soprattutto della prevenzione oncologica, sino a trattarne la storia e le tradizioni culturali.

Parlare di alimenti, consente di scoprirne le proprietà nutrizionali, ma anche l’impatto sociale e ambientale. Sarà promossa la salute e la sostenibilità ambientale favorendo le sane e diverse tradizioni culinarie, l’incontro tra le popolazioni e la multiculturalità. Il progetto della LILT valorizza il territorio e la coesione sociale attraverso una rete di enti, tra i quali i partner Altrove coop.sociale e Altropallone onlus, che contribuiranno alla diffusione dell’iniziativa e alla partecipazione consapevole.

Il progetto “La salute senza barriere: alimentare la coesione sociale”, bando “EXPOniamoci” II ed. / Fondazione Comunitaria Nord Milano verrà promosso anche nel corso della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica dal 20 al 29 marzo 2015.

Una delle attività del progetto “La salute senza barriere: alimentare la coesione sociale è infatti la diagnosi precoce, quindi l’offerta di visite alla popolazione del nord Milano, sia attraverso l’Unità Mobile, sia negli Spazi Prevenzione LILT Milano, presenti sul territorio. L’unità mobile della LILT farà tappa anche a Cologno, Rho e Lainate per offrire gratuitamente consulenze alimentari ma anche visite dermatologiche, senologiche e al cavo orale. Gli Spazi Prevenzione di Sesto San Giovanni, Novate e Bollate metteranno a disposizione dei cittadini di origine straniera e italiana una biologa alimentarista e numerosi medici per visite di diagnosi precoce. Fino ad esaurimento posti disponibili.

+Copia link